Scusate se vi do del lei (singolare femminile) ma, essendo Candy Crush giocato prevalentemente da donne (70%), mi voglio rivolgere alle mie colleghe accanite abbinatrici di caramelline!

Ma perché ci piace così tanto Candy Crush?

zacconi3Nel 2013, mentre Candy Crush cominciava a decollare, l’ex amministratore delegato della King Digital Riccardo Zacconi, che da poco ha venduto l’azienda per 5,9 miliardi dollari alla Activision, spiegava il successo del gioco a Silvio Gulizia per Wired.it, dicendo: “Dal 2003 abbiamo sviluppato oltre 200 giochi e dopo un po’ cominci a capire cosa funziona e cosa no. Noi pubblichiamo prima sul nostro sito, poi su Facebook e ora siamo sbarcati sui dispositivi mobili. La cosa importante è fare un bel gioco, intelligente e con una grafica accattivante, ma semplice. Superare ogni livello deve essere una sfida logica”. “Noi in più abbiamo fatto in modo che tu possa giocare ovunque ti trovi: su computer, telefonino o tablet, senza dover ricominciare da capo, ma riprendendo da dove avevi smesso. Ti consentiamo di giocare insieme ai tuoi amici sempre e ovunque. Fino a poco tempo fa si diceva che questo non era importante e soprattutto che era troppo costoso, ma noi abbiamo tratto vantaggio proprio da questo: i nostri giocatori hanno la stessa esperienza ovunque si trovino”.

Quindi conta molto la struttura del gioco basata su semplici ma geniali invenzioni:

  1. il gioco è intuitivo, facile da capire alla prima schermata, adatta anche a chi non è abituato ai giochi elettronici
  2. le partite durano al massimo 3 minuti, il tempo di una fila alla Posta (si fa per dire…)
  3. il gioco è on-line, quindi sei sempre aggiornata sui tuoi progressi
  4. il gioco è presente anche su Facebook, quindi puoi sfidare i tuoi amici, anche quelli veri!
  5. stimola il senso di frustrazione, sempre ben dosato, in modo da essere soddisfatte quando superiamo il livello
  6. è infinito!

Ma oggi sappiamo che queste non sono le uniche ragioni, perché dal 2013 ad oggi sono stati pubblicati molti giochi simili, senza ottenere i 135 milioni di download di Candy Crush!

Dunque cos’è che funziona meglio in Candy Crush? Qual è il vero segreto del successo di Tiffi e Mr. Toffee nel Regno delle caramelle?
L’interfaccia, ovviamente!

Personaggi buffi e ben caratterizzati, atmosfera allegra e giocosa, certo… ma soprattutto un perfetto equilibrio tra forma e colore delle pedine sulla plancia di gioco, rendono Candy Crush il miglior rompicapo elettronico sul web. Gli altri giochi non raggiungono la perfezione di questa interfaccia, dove le caramelle hanno forme e colori molto diversi tra loro, sono ben distanziate su uno sfondo scuro semi-trasparente che le mette in risalto senza stancare la vista.
Altri giochi, come Pengle ad esempio, hanno animazioni e musiche meno coinvolgenti, ma soprattutto pedine distinte quasi esclusivamente dal colore diverso; il che potrebbe anche andar bene, se non fossero poggiate su uno sfondo altrettanto colorato e caotico. Anche le simpatiche creaturine di Farm Heroes, di forte impatto iniziale (sono proprio carine eh?) dopo un po’ stancano: i visetti animati distraggono molto, fino a uniformare le pedine tra loro, trasformando la plancia in un turbinio di occhioni lucidi!

candy-crush-ux

Lo studio della forma e dei colori di base di questo gioco non è l’unico segno distintivo apprezzabile; le azioni del giocatore vengono sottolineate ottimamente da esplosioni di luci e punteggi vari e i suoni ricchi e coinvolgenti, che amplificano l’enfasi della mossa vincente emozionando senza distrarre.

candy-crush-specialiAnche la trasformazione delle caramelle semplici in caramelle speciali, ben distinguibili tra loro, facilita il gioco. Per distinguere una pedina speciale, infatti, non ci sono sovrapposizioni di oggetti significanti come numeri e pupazzetti, che obbligano ad una doppia lettura e interrompono continuamente l’azione. Sulla caramella speciale compaiono righe orizzontali e verticali, ad anticipare l’andamento della distruzione della fila, o un incartamento che ci da la sensazione di intrappolamento da cui la caramella si libera con un’esplosione. E che dire della bomba colore? Gli zuccherini multicolore sono un’ottima trovata per suggerire che il dolcetto si abbina a tutti gli altri come un jolly.
Questi piccolissimi accorgimenti facilitano in modo significativo le azioni del giocatore, che si succedono in modo fluido e continuo, rendendo il gioco un’esperienza prevalentemente istintiva.

Divertitevi anche voi con Candy Crush e altri rompicapi, poi ditemi se non ho ragione… L’interfaccia di Candy Crush non stanca mai!!!

 

The following two tabs change content below.
Sono graphic designer, UX designer, web designer... ma anche content editor e social manager. Anche con la SEO non me la cavo male... insomma una onebandwoman 😀